Riposo in pace – Un necrologio di Doris Day

un necrologio di Doris Day, attrice, rivista online

Chiunque abbia incontrato Doris Day in giovane età può considerarsi fortunato. Perché aveva la magia di una stella. Anche se ha iniziato la sua carriera come cantante, Doris Day è diventata una delle star hollywoodiane più abbaglianti della fabbrica cinematografica prodotta. Non c’è stato quasi mai un film che non è stato un successo. E questa carriera è iniziata direttamente nelle contrazioni del dopoguerra, un periodo in cui gli Stati Uniti volevano digerire il più velocemente possibile il trauma della seconda guerra mondiale. 

Doris Day: Impeccabile e divertente

Pubblicità

Ecco perché i “film di buon umore” erano richiesti. Le cicatrici spirituali del fiero popolo americano dovevano guarire il più velocemente possibile. I problemi non devono essere affrontati. Quello che era importante ora era uno stato d’animo illuminante. Ecco perché gli anni dal 1947 in poi sono stati quasi esclusivamente commedie allegre e di grande valore di intrattenimento. Quando Doris Day firmò il suo primo contratto con il leggendario studio cinematografico Warner Brothers nel 1947, già era un’artista sul palcoscenico musicale. Ora il film è seguito. Il suo debutto cinematografico. “Amore sotto coperta” ha fatto guadagnare al team cinematografico, tra cui Doris Day, una nomination all’Oscar, ma non è riuscita ad affermarsi. Ma brillava in questa prima commedia della confusione. Nel film successivo “Musica per i tuoi sogni ” brillava come una star del canto e poteva diffondere il suo talento per il grande schermo. Dal primo film sono state le commedie in cui è stata scritturata. E poi nel 1959 arrivò “Il letto racconta… ” – un classico che ha ancora molto divertimento. Indimenticata e ancora oggi è in “Amore, ritorna!” – e probabilmente vista nel ruolo di Carol Templeton fino ad oggi: Come una brava casalinga con qualità sempre ineccepibili. 

Uscita silenziosa senza scandali

Pubblicità

Dalla fine degli anni ’60 Doris Day si ritirò dalla vita cinematografica con piccole eccezioni e aprì un piccolo albergo in California. Il suo impegno era per il benessere degli animali. Nel 2011 questa luminosa stella musicale appare improvvisamente di nuovo: pubblica l’album “My Heart” nella sua vecchiaia e sbarca prontamente nelle classifiche inglesi nella Top 10. Un mix di eccezioni dei suoi primi anni e registrazioni della produzione di suo figlio Terry Melcher dal 2004. 

Se il cinema ha il compito di intrattenere, Doris Day continuerà a svolgere il suo ruolo nel XXI secolo. Possiamo essere grati che tali attori di personaggi sono nati dalla fabbrica americana di film dei sogni. 


Altri articoli che potrebbero interessarti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


I confirm

*


*

code